El universo

26/11/2010

"El universo (que otros llaman la Biblioteca) se componte de un número indefinido, y tal vez infinito, de galerías hexagonales, con vastos pozos de ventilación en el medio, cercados por barandas bajísimas."

Da questo incipit, tratto dal racconto "La Biblioteca di Babele" di Jorge Luis Borges, si trae il primo legame tra la Rete e le Biblioteche. La Rete infatti, null'altro é che un immenso aggregato, apparentemente confuso e disordinato a meno di una più ordinata sovrastruttura fisica, di caratteri. Anzi, a voler essere precisi, di lunghe sequenze di 0 e 1, causalmente disposti, a volte sfuggenti, altre immutabili, in cui a volte pretendiamo di trovare la risposta a ogni nostro dubbio, altre volte li scorriamo distrattamente cercando di ignorare lo scorrere delle ore.

Tornando a quegli aggregati di 0 e 1, che da ora in poi chiameremo bit, e guardiamoli meglio. Quasi sicuramente non ci diranno nulla, se non fosse che ogni sequenza, letta in base ad opportune regole, permette di rendere intellegibili, di rappresentare al meglio quello che lo scrittore delle sequenze aveva intenzione di trasmetterci.

Lasciamo perdere gli scrittori della rete, molti dei quali non hanno la coscienza di esserlo, ed addentriamoci meglio nel primo legame tra Biblioteche e Rete. Abbiamo parlato infatti di disposizione casuale e non abbiamo parlato della collocazione che invece é spesso casuale. La casualità ha bisogno di ordine e, per questo, oltre vent'anni fa, nascono i primi cataloghi "digitali" (es. Yahoo) e a volte anche cartacei di contenuti della rete. Sostanzialmente ci si é appropriati della tipologia del catalogo per materia e lo si é riproposto in versione digitale.

Bisognerá aspettare qualche anno, ed il proliferare dei dati disponibili, per rendere necessario un salto nella gestione della casualità e passare dal catalogo alla ricerca contestuale e quindi appropriarsi, nella Rete, del concetto di catalogo per soggetto. Precursore di questa scelta fu nel 1998 Google e, ad oggi, la sua scelta si é rivelata vincente per la gestione non solo dei testi su internet, ma anche per tutti quei dati multimediali (video, immagini) che rappresentano gran parte di quanto disponibile nella Rete.

Milleitalie > Anno I - numero 1