In memoria di Angela Croce

30/04/2020

angela croce

Quando ti passa vicino
ma proprio vicino
non puoi far finta
continuare come prima.
Anni fa ti dissi
resta con noi
non si sta male
in fondo è una casa
la biblioteca
ma te ne andasti
volando
come noi tutti
verso il tuo destino.
E mi piace ora pensarti
mentre prendi le chiavi
oppure mentre inventavi
(forse !) strane cose
pur di non farti rinchiudere
fra gli scaffali.
Fossi rimasta
nel litigio angoscioso
dei giorni
saremmo ancora insieme?
Dolce per me il tuo
saluto
non ho dubbi
mi hai portata dentro
in qualche angolo di vita
che vogliamo eterna
con fiducia.
E " come sta dottoressa"?
dimmelo al mio arrivo.

CETTA  21 aprile 2020

Milleitalie > Anno X - numero 2