Comitato Società Aperta Roma 7 - La libera determinazione delle donne

25/02/2020

Il Comitato Società aperta Roma 7 mette al centro della propria attività la riflessione sulla maternità con i pesanti, e spesso occulti, vincoli, sociali, psicologici, economici, che tuttora la condizionano.

Solo una cultura basata sul riconoscimento della differenza dei sessi, che affermi la specificità generante del corpo femminile, può agire politicamente per la produzione di normative a sostegno della libera determinazione delle donne fuori dai percorsi eterodiretti e da una società tuttora costruita su un modello maschile.

Le conquiste legislative di questi anni per favorire l’accesso delle donne nel mondo del lavoro, sono calibrate su un’economia che tratta la maternità come un accessorio. E quindi una donna è costretta a scegliere tra maternità e realizzazione, stabilire una graduatoria: prima lo studio, poi un master, poi un lavoro, poi - se il datore di lavoro, il compagno o la famiglia la sostengono - fa un figlio. Noi pensiamo che vada modificato il punto di vista e che non siano le donne a doversi adattare, ma la società intera deve accogliere e sostenere il desiderio di maternità di una donna nel tempo e nel modo che le sono più congeniali.

Chiediamo che I.V. intraprenda un percorso verso un bonus maternità dato alla donna nel momento in cui sceglie di avere un figlio, indipendentemente dalla condizione famigliare in cui si trova, nubile, sposata, accompagnata o unita civilmente.

Questo atto di coraggiosa consapevolezza sarebbe, a nostro avviso, segno tangibile della differenza fra I.V. e le altre forze politiche e dimostrerebbe che ha il privilegio di vedere dove altri non vedono e, nella sua lungimirante visione, pone le basi per una democrazia fortemente orientata verso una cultura femminista, non di forma ma sostanziale, così come è scritto nella carta fondante i suoi valori.

Un salto di qualità, un rovesciamento di prospettiva, fuori da ogni burocrazia partitica e da ogni conformismo sociale è quello che ci auguriamo nei confronti della maternità e della cura, apripista per una rivoluzione del sistema di relazioni fra uomini e donne. Un effetto shock per dirla con le parole di Italia Viva.

Su questo tema continueremo a lavorare, anche per costruire un’iniziativa pubblica in Aprile. Chi vuole collaborare può scrivere all’indirizzo di direzione.milleitalie@gmail.com o mettersi in contatto con i/le componenti del Comitato di Azione Civile, Società aperta Roma 7 .

Roma 28 Gennaio 2020

Firme di componenti e simpatizzanti

Cetta Petrollo

Pina Nuzzo

Mirtella Taloni

Elena Pelà

Linda Tancredi

Milleitalie > Anno X - numero 1